Punti luce: convenzione IIS

Punti luce: convenzione IIS
Tubi-perdita-dacqua

La Lamezia Multiservizi SpA e l’IIS, ovvero Istituto istruzione superiore, hanno firmato una convenzione che consentirà agli studenti di verificare la funzionalità e l’efficienza dei punti luce che costituiscono l’illuminazione pubblica in città. L’accordo, inoltre, prevede la realizzazione di uno studio sulle condizione degli impianti effettivamente rilevata nonchè eventuali proposte migliorative o di modifica del servizio. Saranno 30 gli alunni iscritti delle classi quarta e quinta dell’Istituto tecnico industriale e dell’Istituto professionale per l’industria e l’artigianato chiamati ad effettuare i controlli con l’ausilio di tre tutor, due docenti degli istituti i professori Giuseppe Vescio e Carlo Bernardo e il responsabile del servizio della Multiservizi Giuseppe De Biase. L’obiettivo del progetto che dovrà svilupparsi su più annualità è doppio: da un lato si prefigge di offrire agli studenti un’occasione pratica di verificare le nozioni apprese in aula e dell’altro punta a realizzare un monitoraggio costante dei punti luce. E’ opportuno sottolineare che a Lamezia Terme la consistenza degli impianti è di 12.000 centri luminosi ( di cui circa 3.000 dedicate all’illuminazione pubblica) sviluppati su circa 360 Km su un totale di circa 600 Km di strade comunali. Dal primo luglio 2009 la Lamezia Multiservizi gestisce per conto del comune di Lamezia Terme la sola manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione e degli impianti semaforici. Le attività di manutenzione sono attuate sulla base di una costante programmazione o eseguite su richiesta previa  segnalazione da parte degli utenti tramite il numero verde aziendale 800-255898. Nei primi mesi di attività la Multiservizi ha sostituito ben 1.730 lampade (lampade a sodio ad alta pressione, a vapore di mercurio, a ioduri metallici o a incandescenza). La convenzione è stata siglata dal dirigente dell’IIS, Franco Canino e dal presidente della società, Fernando Miletta che ha ribadito la sua soddisfazione in quanto l’accordo si inserisce nel percorso auspicato e praticato da tempo dalla Multiservizi, al fine di concretizzare una proficua collaborazione, di confronto e di apertura con il settore fondamentale dell’istruzione.